Jazz al Pavilion: Jazz Nights

Dal 10 Dicembre 2016 al 11 Dicembre 2016

Sabato 10 e domenica 11 Dicembre alle ore 21.00, UniCredit Pavilion presenta Jazz Nights.

 

In oltre quindici mesi di eventi organizzati per la rassegna musicale “Jazz al Pavilion” abbiamo avuto la fortuna di assistere a rappresentazioni straordinarie ed esclusive di alcuni tra i più importanti nomi del jazz italiano e internazionale.

 

Un anno e mezzo di vita e in questo tempo, tra le note, un fiume di emozioni.

 

Jazz Nights nasce dalla volontà di riunire tutti gli artisti che hanno creduto in questa rassegna musicale e che hanno scelto il prestigioso palco milanese per presentare i loro nuovi progetti. Da Bosso a Rea, da Civello a Servillo, da Concato a Pieranunzi, Girotto, Moroni e tanti altri. Tutti insieme eccezionalmente in due serate speciali create per UniCredit Pavilion.

 

Jazz Nights è anche un modo per ringraziare voi, il pubblico di Jazz al Pavilion, che ci ha seguito e accompagnato in questa bella ed emozionante avventura musicale.

 

I concerti vedranno anche momenti d’improvvisazione e contaminazione, concetti che sin dall’inizio hanno caratterizzato le attività di UniCredit Pavilion in ambito musicale e culturale.

E’ dall’incontro tra gli artisti e il loro estro creativo che nascono le Jazz Nights!

DADO MORONI nasce nel 1962 a Genova. Grazie ai dischi dei suoi genitori si innamora del jazz alla tenera età di quattro anni ed inizia a suonare il piano. Oggi può vantare il prestigio di essere uno dei musicisti italiani più stimati negli Stati Uniti (Ron Carter lo considera uno dei suoi pianisti preferiti). In Italia e all’estero vanta una serie infinita di collaborazioni, tra le quali spiccano: Chet Baker, Freddie Hubbard, Clark Terry, Billy Cobham, Jimmy Owens. Contrariamente a quasi tutti gli enfant-prodige dello strumento, la sua bravura non si è limitata al talento dimostrato nei primi anni, ma si è evoluto in maniera progressiva creando un approccio personale con il pianoforte che tocca sempre l’ascoltatore. La sua carriera da professionista è iniziata a quattordici anni, suonando in Italia con i nomi più altisonanti del jazz italiano: Franco Cerri, Gianni Basso, Tullio De Piscopo, Luciano Milanese, Sergio Fanni e Massimo Urbani. A soli diciassette anni registra il suo primo lavoro discografico con Tullio De Piscopo ed il bassista statunitense Julius Farmer. E’ impressionante la lista dei festival ai quali ha partecipato: non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti e in Asia, collaborando con artisti di fama mondiale, tra i quali: Phil Woods, Tony Scott, Wynton Marsalis, Tom Harrel, Johnny Griffin.Niels-Henning Oersted Pedersen, Freddie Hubbard, Harry “Sweets” Edison, Ron Carter e molti altri ancora. Da ricordare la collaborazione con due gruppi storici: la “Paris Reunion” (con Joe Henderson, Curtis Fuller, Woody Shaw, Johnny Griffin e Jimmy Woode) e la “Mingus Dynasty” (con Danny Richmond, John Handy, Jinny Knepper, Craig Handy e Reggie Johnson).

RICCARDO FIORAVANTI, inizia a suonare il basso elettrico nel 1973 ed entra nella classe di contrabbasso al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano.
La sua carriera si sviluppa su piani paralleli: il senso artistico, la grande versatilità e le alte capacità professionali lo portano a lavorare in ambito jazzistico con Giorgio Gaslini, Franco Cerri, Gianni Basso, Renato Sellani, Enrico Rava, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Stefano
Bollani e molti altri mentre. Nel mondo del pop, le sue collaborazioni sono innumerevoli, da Mina a Ennio Morricone, Mia Martini, Enzo Jannacci, Antonella Ruggiero, Fabio Concato, e tanti altri. Ha collaborato con musicisti quali Tom Harrell, randy Brecker, Uri Caine, Bob Mintzer, Phil Woods, Lee Konitz, Clark Terry, Toots Thielemans, Charlie Mariano, Barney Kessel e moltissimi altri, e ha partecipato a concerti di Ray Charles, Stevie Wonder, Chico Buarque De Hollanda, Gino Vannelli, Dee Dee Bridgewater ed Elio e Le Storie Tese. Il suo suono preciso e corposo, e le grandi doti di interpretazione ne hanno fatto, nel tempo, un valido collaboratore – in seminari e performances – di batteristi quali Joe La Barbera, Adam Nussbaum, Billy Cobham, Alvin Queen, Paul Wertico, Danny Gottlieb e tanti altri. Diversi i cd a suo nome, tra cui “Note Basse”, “Bill Evans Project” , “In The Mood Of Chet” e “Coltrane Project”. Insegna Jazz all’Accademia del Suono di Milano e nei Conservatori di Piacenza ed Alessandria, dove presiede la cattedra di Musica d’Insieme Jazz.

Stefano Bagnoli Con una esperienza artistica consolidata da oltre trent’anni di attività è legato artisticamente ai gruppi di Paolo Fresu, Franco Ambrosetti, Dado Moroni, Franco Cerri e Paolo Jannacci. Talent scout e leader di un trio formato con due giovani talenti siciliani è attivissimo didatta e autore di metodi importanti, oltreché soprannominato da tempo “Brushman” quale portabandiera delle spazzole in Italia.

Julian Oliver Mazzariello nasce ad Hatfield in Inghilterra nel 1978. Gli anni ottanta sono stati anni di grandi cambiamenti per la musica in generale, ma particolarmente per il jazz dove un certo sig. Miles Davis ha praticamente rivoluzionato il concetto di “musica” in generale. Il primo artista che Julian ha ascoltato, all’età di 8 anni, è stato appunto Miles Davis ad un concerto alla Royal Festival Hall di Londra. Il resto è facile da dedurre. Comincia la sua carriera a 13 anni, in Inghilterra, vince il “Young Jazz Musician Of The Year”, premio indetto dal Telegraph. A 17 anni si trasferisce in Italia, a Cava dei Tirreni, luogo d’origine del padre, dove tutt’ora risiede. Da allora a oggi Julian ha collaborato con artisti che vanno da Lucio Dalla, Alex Britti a Stefano di Battista a Enrico Rava, proprio per questa sua versatilità innata e coltivata da sempre. Partecipa alla nascita dell’High Five Quintet e da lì cominciano tante e valide collaborazioni. E’ stabilmente parte, oltre che del duo con Fabrizio Bosso, che ha appena inciso l’opera prima TANDEM per la Verve, anche del quartetto del trombettista torinese, del gruppo “Yatra” di Enzo Pietropaoli, del progetto Standards di Enrico Rava, di Lifestories, con Jim Mullen, Enzo Zirilli, Dario Deidda e del progetto “Troc” di Andrè
Ceccarelli.

Fabrizio Bosso Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista.

Fabio Concato Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

Peppe Servillo nato a Caserta, fondatore cantante e autore dei testi del gruppo AVION TRAVEL.
Con il gruppo pubblica numerosi album e oltre ad altri numerosi riconoscimenti vincono nel 2000 il Festival di Sanremo.
E’ attore nel film “La felicità non costa niente” di M. Calopresti. e nel film “Tipota” scritto e diretto da Fabrizio Bentivoglio con cui collabora anche come coautore di testi.

Javier Edgardo Girotto nativo di Cordoba (Argentina) comincia a studiare il sax all’età di dieci anni, percorso che lo porta a specializzarsi a presso il Conservatorio Provinciale di Cordoba diplomandosi come insegnante di musica sax e flauto traverso . All’età di 21 anni si trasferisce a Boston (USA) ove si diploma in Professional Music cum magna laude al Berklee College of Music.
Fondatore e Leader degli AIRES TANGO col quale ha registrato 7 CD. La sua musica è un misto di tango, jazz, etnica, caratterizzato da molta improvvisazione, scrittura e arrangiamento. La formazione è composta da piano, basso, percussione e sax.
Parallelamente ad Aires Tango collabora con il quintetto di Roberto Gatto (batteria) ed è co-leader con Fabrizio Bosso dei Latin Mood.
Ha suonato anche con Rita Marcotulli , Enrico Rava, Paolo Fresu, Gianluca Putrella, Bebo Ferra, Antonello Salis, Gianni Coscia, Peppe Servillo, Furio Di Castri, Tony Scott, Arto Tuncboyaciyan, Carlo Rizzo, Aldo Romano, Luis Agudo Maurizio Gianmarco, Stefano Battaglia, Michel Godard, Anouar
Brahem, Gianluigi Trovesi, e molti altri.

Natalio Luis Mangalavite argentino vive da quasi vent’anni in Europa, dove ha lavorato in svariate cornici musicali nell’ambito della musica pop e jazz. Ha accompagnato per quasi 15 anni Ornella Vanoni nei suoi concerti e ha lavorato al fianco di altri musicisti jazz e world come Paolo Fresu, Horacio del Negro Hernandez, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Antonello Salis, Michele Ascolese (progetto tango LUIS Y MIGUEL), il dj PIERANDREA THE PROFESSOR (progettoDNA)

Jacopo Ferrazza nasce a Frascati il 26/07/1989.
Inizia a 8 anni lo studio della chitarra per poi passare a 11 al pianoforte, a 14 al basso elettrico e a 18 al contrabbasso.
Inizia nel 2003 a suonare in gruppi rock fino all’entrata nel settore jazzistico nel 2005.
Nel corso degli anni vince una borsa di studio regionale “Reo” nel 2006, nel 2007 si classifica secondo nel concorso europeo “Eurobassday”, nel 2009 vince il premio del cavalierato giovanile e nel 2011 vince il premio come miglior bassista del concorso “Jimmy Woode Award”.
Affianca all’attività live e di studio l’insegnamento di basso elettrico e teoria presso alcune scuole e privatamente.
Studia basso e contrabbasso con John Patitucci, Aldo Perris, Marco Panascia, Ares Tavolazzi e consegue il diploma di contrabbasso classico con il M° Luca Cola presso il conservatorio di Frosinone nel 2015.
Studia pianoforte con i Maestri Annalaura Cavuoto, Pablo Tellèze consegue la laurea in pianoforte
classico con il M° Carlo Negroni nel 2016.
Ha suonato con grandi esponenti della musica nazionale ed internazionale come Dave Liebman, Nicola Piovani, George Garzone, Logan Richardson, Roberto Gatto, Maurizio Giammarco, Enrico Pieranunzi, Ada Montellanico, Antonello Salis, Vittorio Nocenzi, Gegè Munari, Fabio Zeppetella, Max Ionata, Flavio Boltro, Salvatore Bonafede, Germano Mazzocchetti, Massimo Nunzi, Barbara Casini, Amana Melomè, Pietro Iodice, Claudio e Mario Corvini, Erminio Sinni, Tosca, oltre a collaborazioni teatrali e televisive con personaggi come Sergio Rubini, Nino Castelnuovo, Leo Gullotta, Licia Maglietta, Riccardo Rossi.
Col proprio trio ha inciso il disco “Rebirth” in uscita nel febbraio 2017 prodotto dalla CAM jazz.
Ha suonato nei maggiori festival nazionali ed in festival e club esteri in Germania, Marocco, Finlandia, Turchia e New York.

Nicola Angelucci Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

Enrico Pieranunzi Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

Chiara Civello Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

Danilo Rea Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

Simona Molinari Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

Claudio Filippini Clicca QUI per accedere alla biografia dell’artista

 

Costo biglietti:

Settore TIGLIO = 35 euro

Settore ACERO = 25 euro

Settore CEDRO = 20 euro

Sconto del 50% per i minori di 18 anni, spettatori diversamente abili e accompagnatore (acquistabili solo presso la Biglietteria di Piazza Aulenti).

www.geticket.it

 

Per acquisto biglietti:

Biglietteria UniCredit Pavilion

Call Center Geticket 848002008

Punti Vendita Geticket

Filiali abilitate e Bancomat UniCredit

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.